Bergamo e Brescia, alleati nel gusto La lasagna finisce sul cono gelato

Bergamo e Brescia, alleati nel gusto
La lasagna finisce sul cono gelato

Un celebre pasticcere bresciano (Massari) ispira un noto maestro gelatiere bergamasco (Tellini) nell’esaltare un tipico e gustoso piatto romagnolo. La lasagna, così, finisce…sul cono.

Succede alla gelateria «Pandizucchero» di Almè, tra le migliori d’Italia. L’idea, che si aggiunge a quella di altri gusti divenuti famosi, come il pesto e il risotto alla milanese, è del maestro Ronald Tellini, docente di tecnica e produzione del gelato artigianale e pasticceria fredda alla Scuola italiana di gelateria all’Università dei Sapori di Perugia. «Mentre leggevo un libro di alta pasticceria di Iginio Massari mi sono detto perché non pensare a una lasagna dolce» racconta Tellini, patron insieme ai genitori del frequentatissimo chiosco bergamasco. Qui, meta non solo di golosi, ma anche di grandi personaggi dello sport e dello spettacolo, l’idea ha preso forma. E, con non poco stupore, la ricetta è stata subito apprezzata. Anche dai palati più esigenti.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 9 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
buenavista727
Mirko Locatelli scrive: 09-08-2017 - 10:09h
Grande Pan di Zucchero !
Ignazio Cottafava scrive: 09-08-2017 - 09:41h
Dall'articolo non si capisce come è fatto questo "gelato". Però penso che queste "invenzioni" durano il tempo di un evento, ma non diventeranno mai popolari. Il gelato resta un dessert, non può diventare un primo piatto. Comunque, quando ero bambino girava la battuta che i tedeschi condissero la pasta con la marmellata. Be', ora che sono in età matura posso dire che lo fanno anche gli italiani. :D
carla ferliga scrive: 09-08-2017 - 11:07h
In origine, nel'400 italiano, le lasagne erano condite anche con lo zucchero e la cannella, oltre al parmigiano... quindi, quasi nulla di nuovo!