Bergamo, riparte il lavoro Previste 19mila assunzioni

Bergamo, riparte il lavoro
Previste 19mila assunzioni

Il grosso dei contratti (il 59%) si concentra nei servizi alle imprese, ma la vera sorpresa arriva dall’edilizia.

A Bergamo il mercato del lavoro riparte con nuovo slancio. Sono infatti quasi 19 mila le assunzioni previste nel trimestre luglio-settembre. A dirlo la rilevazione periodica a cura del Sistema Excelsior del ministero del lavoro, Unioncamere e Camera di commercio di Bergamo. Il grosso dei contratti (il 59%) si concentra nei servizi alle imprese. Oltre seimila gli le richieste di operai qualificati, gran parte di quali nei settori trainanti dell’economia bergamasca, metalmeccanico ed elettromeccanico.

Ma la vera sorpresa arriva dall’edilizia che dopo anni di crisi sembra dare segnali di risveglio: infatti sono oltre 1.500 i posti da ricoprire. Anche in questo caso di personale qualificato. «Ora la sfida è stabilizzare i rapporti di lavoro» sottolineano i sindacati. Infatti solo il 28% dei contratti sarà a tempo indeterminato.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo dell’8 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (3) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
usmano catullo scrive: 08-08-2017 - 19:14h
oppure contratti con salario al ribasso.quando l'offerta è poca e la domanda è tanta....
zetaf77
ivan milesi scrive: 08-08-2017 - 13:34h
Si fa presto a dire "assunzioni" ma quale? Interinale, a chiamata, somministrato, part time o tempo determinato, stage, voucher o lavoro indiretto? O promoter? E ne manca ancora qualcuna
gianpietro cattaneo scrive: 13-08-2017 - 10:44h
Partite iva vanno molto di moda
Damiano Valoti scrive: 08-08-2017 - 07:13h
Speriamo siano contratti seri, e non settimanali o mensili che ti penalizzano varie libertà e credibilità economiche!